27 febbraio 2018 Dotto

Lo conosci Vigone?

Gianluca Vigone trasforma il legno, lo fa diventare una mano piccola piccola che puoi stringerla in tasca oppure un pavimento che puoi correrci sopra. E le sue dita sono così grosse che quando prende in mano la sua chitarra pensi che vorresti ridere e che forse ora la schiaccia e trasforma pure quella.
E il fatto che non la sappia suonare alla fine non conta niente, a guardarlo impegnarsi così tanto hai già capito cosa avrebbe voluto fare. Ed è con quel collegamento mentale che Gianluca sta trasformando anche te.

Ma l’incantesimo non è completo fino a quando non apre la bocca per parlarti delle cose che vede, che sono quelle che vorresti vedere tu ma ormai hai gli occhi troppo secchi.
Che sono quelle che vedrebbe un bambino raccontandoti la sua giornata al mare senza mai parlare dell’acqua.
Ho registrato il suo disco perché volevo che fosse mio amico. Sono molto fortunato e il disco è bellissimo.

Queste righe su Gianluca Vigone le ha scritte Loris. Raccontano molto più di quello che potresti intuire leggendo un comunicato stampa. Per il resto, meglio lasciar parlare la musica.


Venerdì sera Vigone sarà con i suoi compagni Pilone e Vigna in Via Baltea 3. Ci saranno tante nuove copie del suo album ristampato e ci saremo noi, emozionati e divertiti come fosse il primo concerto, perché ogni volta è così. I dettagli li trovi QUI. A venerdì!

Tagged: , , , , , , , , ,